domenica 25 luglio 2021

25/07/2021: Accettare la sofferenza per amore.

25/07/2021: Accettare la sofferenza per amore.

Buona domenica.
[...]  Se avvertiremo l'aridità, il buio, la confusione dentro di noi o se ci attanaglierà il dubbio o la pesantezza dei nostri peccati, penseremo a lui. E, andando in fondo al nostro cuore, gli diremo che vogliamo fare come lui: accettare il dolore, dirgli il nostro sì. Che, se così faremo, e continueremo poi a vivere la nostra vita cristiana, sperimenteremo, fra il resto, come per miracolo, che, quando lo si abbraccia, il dolore, specie se spirituale, si tramuta, per una divina alchimia, in amore. E con la sofferenza ben portata crescerà in noi l'unione con Dio, e aiuteremo gli altri a trovarla o a rinsaldarla.[...]
(Fonte: Centro Chiara Lubich - Basilica di Santa Maria Maggiore - Roma, 30 novembre 1987 - L'influsso spirituale di Maria sull'uomo d'oggi - Chiara Lubich)

sabato 24 luglio 2021

24/07/2021: Saper attendere, per ogni cosa, il tempo di Dio.

24/07/2021: Saper attendere, per ogni cosa, il tempo di Dio.

Buon fine settimana.
[…] E il cristiano è un uomo o una donna che sa vivere nel momento e che sa vivere nel tempo. Il momento è quello che noi abbiamo in mano adesso: ma questo non è il tempo, questo passa! Forse noi possiamo sentirci padroni del momento, ma l’inganno è crederci padroni del tempo: il tempo non è nostro, il tempo è di Dio! Il momento è nelle nostre mani e anche nella nostra libertà di come prenderlo. E di più: noi possiamo diventare sovrani del momento, ma del tempo soltanto c’è un sovrano, un solo Signore, Gesù Cristo.”.[...]
(Fonte: SANTA MARTA. «Il momento è dell'uomo, il tempo è di Dio» - Papa Francesco)

venerdì 23 luglio 2021

23/07/2021: Accogliere il perdono quale dono del Padre.

23/07/2021: Accogliere il perdono quale dono del Padre.

Buona giornata.
[…] Perdonare. Perdonare sempre. Il perdono non è dimenticanza, che spesso significa non voler guardare in faccia la realtà. Il perdono non è debolezza, cioè non tener conto di un torto per paura del più forte che l’ha commesso. Il perdono non consiste  nell’affermare senza importanza ciò che è grave , o bene ciò che è male. Il perdono non è indifferenza.  Il perdono è un atto di volontà e di lucidità, quindi di libertà che consiste nell’accogliere il fratello così come è, nonostante il male che ci ha fatto, come Dio accoglie noi peccatori, nonostante i nostri difetti.[...]
(Fonte: www.centrochiaralubich.org - La misericordia nell’eredità spirituale di Chiara Lubich Alba Sgariglia - Citazione di Chiara Lubich)

giovedì 22 luglio 2021

22/07/2021: Ascoltare e seguire la voce di Dio ci rende felici.

22/07/2021: Ascoltare e seguire la voce di Dio ci rende felici.

Buona giornata.
[…] Quella voce dentro (= l’amore) ci spinge ad essere attenti a chi ci è accanto, ad ascoltare, a donare. Può sembrare strano, ma ogni Parola di vita, alla fine, porta ad amare. Non è una forzatura, è la logica evangelica. Solo se siamo nell’amore siamo cristiani autentici. Lasciamo allo Spirito la libertà di condurci sulla via dell’amore. Possiamo pregarlo così: Tu sei la luce, la gioia, la bellezza. Tu trascini le anime, tu infiammi i cuori e fai concepire pensieri profondi e decisi di santità con impegni individuali inattesi.[...]
(Fonte: www.cittanuova.it - Quella voce dentro - 25 Maggio 2006 - Chiara Lubich)

mercoledì 21 luglio 2021

21/07/2021: Che la Parola di Dio porti frutto nell’amore concreto.

21/07/2021: Che la Parola di Dio porti frutto nell’amore concreto.

Buona giornata.
[...] Gesù che dichiara beato chi, avendo ascoltato la Parola di Dio, la osserva, e che riconosce come madre e fratelli suoi coloro che la ascoltano e la mettono in pratica. Riprendendo un’immagine di Gesù, Giacomo la paragona ad un seme depositato nel nostro cuore. Essa va accolta “con docilità”; ma non basta l’accoglienza, l’ascolto. Come il seme è destinato a portare frutto, così la Parola di Dio deve tradursi in vita. Lo aveva spiegato Gesù nella parabola dei due figli. “Sì”, aveva risposto il primo figlio al padre che gli chiedeva di andare a lavorare nei campi, ma non vi andò. “Non ne ho voglia”, aveva risposto l’altro figlio, che poi invece obbedì al padre, mostrando con i fatti cosa vuol dire ascoltare veramente la Parola. Il buon ascoltatore della Parola, afferma ancora Gesù al termine del “discorso della montagna”, è colui che la mette in pratica, dando consistenza alla sua vita come ad una casa fondata sulla roccia.[...]
(Fonte: www.focoalre.org - Commento di Chiara Lubich alla Parola di vita)

martedì 20 luglio 2021

20/07/2021: Fare nostra la volontà di Dio ci unisce a Lui e a tutti.

20/07/2021: Fare nostra la volontà di Dio ci unisce a Lui e a tutti.

Buona giornata.
[...] occorre anche domandarsi: «Io prego che il Signore mi dia la voglia di fare la sua volontà? O cerco i compromessi, perché ho paura della volontà di Dio?». Inoltre, ha aggiunto, bisogna «pregare per conoscere la volontà di Dio su di me e sulla mia vita, sulla decisione che devo prendere adesso, sul modo di gestire le cose». Dunque, riassumendo: «La preghiera per voler fare la volontà di Dio e la preghiera per conoscere la volontà di Dio. E quando conosco la volontà di Dio» anche una terza preghiera: «per realizzarla. Per compiere quella volontà, che non è la mia, ma è quella di lui».[...]
(Fonte: www.vatican.va - Papa Francesco - Meditazione mattutina nella Cappella Domus Sanctae Marthae - Il cibo di Gesù -27 gennaio 2015)

lunedì 19 luglio 2021

19/07/2021: Non contare su noi stessi ma affidarsi a Dio.

19/07/2021: Non contare su noi stessi ma affidarsi a Dio.

Buon inizio di settimana.
[...] La guarigione miracolosa della figlia di Giairo ci insegna che sulla strada del Signore sono accolti tutti: nessuno deve sentirsi un intruso, un abusivo o un non avente diritto. Per avere accesso al suo cuore, al cuore di Gesù, c’è un solo requisito: sentirsi bisognosi di guarigione e affidarsi a Lui. Io vi domando: ognuno di voi si sente bisognoso di guarigione? Di qualche cosa, di qualche peccato, di qualche problema? E, se sente questo, ha fede in Gesù? Sono i due requisiti per essere guariti, per avere accesso al suo cuore: sentirsi bisognosi di guarigione e affidarsi a Lui.”[...]
(Fonte: www.vatican.va -Papa Francesco - Angelus del 1° luglio 2018)

In evidenza

25/07/2021: Accettare la sofferenza per amore.

25/07/2021:   Accettare la sofferenza per amore. Buona domenica. [...]    Se avvertiremo l'aridità, il buio, la confusione dentro di noi...